NON Rifiutiamoci” è un’iniziativa del tutto innovativa perché intende far riflettere sull’importanza della lettura e del riciclaggio dei rifiuti, due tematiche di grande interesse che qui si uniscono dando vita a risvolti positivi.

L’idea nasce da Michele Gentile, libraio e titolare della Ex Libris Cafè di Polla (in provincia di Salerno), in collaborazione con la piattaforma di raccolta Metalfer e consiste nel regalare un libro per ogni cliente che consegna in libreria, o direttamente nei centri di raccolta, una lattina in alluminio e una bottiglia di plastica. In questo modo il libraio favorisce non solo il corretto smaltimento dei rifiuti ma allo stesso tempo diffonde e stimola il piacere per la lettura.

Se poi si vuole compiere un ulteriore gesto di solidarietà è possibile donare il libro ottenuto direttamente ad una biblioteca scolastica o ad un istituto penitenziario minorile, il tutto mediante la collaborazione e il coinvolgimento di Sindaci, Dirigenti scolastici e associazioni in modo tale da incentivare un vero e proprio scambio tra rifiuti e libri.

Michele Gentile è già stato protagonista di iniziative di grande spessore come “Il libro sospeso”, “Book Bus”, che permette alle Autolinee Curcio di diventare delle vere e proprie biblioteche viaggianti durante i tratti di lunga percorrenza, o “In viaggio con l’autore”, dove uno scrittore presenta il suo lavoro durante il tragitto in autobus raccontando le sue emozioni, rispondendo alle curiosità dei lettori e leggendo qualche brano.

Con “NON Rifiutiamoci” Gentile ha raccolto nel 2018 più di 3 quintali di alluminio e l’iniziativa sta avendo seguito anche nel 2019 con numerose adesioni anche a distanza, come il comune ligure di Bordighera che ha deciso di prendere parte al progetto e per il quale sono pronti già 23 libri da spedire.
L’intento di Michele Gentile, infatti, è quello di diffondere il più possibile il progetto portando “NON Rifiutiamoci” ben al di fuori delle mura della propria libreria:

“L’idea da diffondere – ha spiegato il titolare dell’Ex Libris Café – è proprio di spingere i giovani ad investire nei libri invece di un semplice bar o sala scommesse. Questo ha portato a pensare ad un nuovo modello di libreria, una specie di franchising del riciclo dove è possibile, con un attento e paziente impegno, creare una rete di librerie del riciclo. A Polla è nata la prima, e stiamo cercando giovani che intendano avviare un nuovo modello di libreria”. 

L’auspicio è che il messaggio arrivi forte e chiaro alle nuove generazioni affinché, anche attraverso la cultura e la conoscenza, possano costruire un mondo più pulito ed ecosostenibile.

Commenti