L’idea di una condoteca, una biblioteca di condominio, nasce a Lecce dalla collaborazione tra i residenti e le associazioni che operano nel quartiere, tra cui AMA – Accademia Mediterranea dell’Attore, Asteroide B167, L’ora del tè e Le ali di Pandora. Nei condomini che hanno aderito alla bellissima iniziativa sono state predisposte delle piccole postazioni e degli angoli di lettura negli spazi comuni, dove poter condividere e scambiare libri, ma anche fermarsi a consultarli.

In questo modo la biblioteca entra letteralmente nelle case e nella vita di tutti i giorni, e quale occasione è migliore di questa?
Adesso che siamo tutti costretti a rimanere rintanati nelle nostre case, qual è il modo migliore di viaggiare? Con la mente è ovvio! I libri in questo momento possono essere la nostra salvezza, aiutandoci ad affrontare situazioni difficili come questa.

Questo progetto è divenuto realtà anche grazie ai 500 libri donati dal Polo Bibliomuseale di Lecce diretto da Luigi De Luca, alcuni dei quali sono libri dedicati alla Puglia e agli scrittori di questa terra, pubblicati dalle case editrici regionali. I volumi fanno parte di una dotazione acquistata grazie al Piano straordinario di sostegno alla Cultura “Custodiamo la cultura in Puglia”, adottato dalla Regione Puglia per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da Covid-19. I libri saranno distribuiti in 10 condomini del quartiere 167, creando una grande biblioteca di comunità per diffondere la lettura di prossimità.

Importante è stato anche il contributo offerto dagli studenti del Liceo Banzi che hanno ideato una webapp per il book-sharing, che potrà essere adottata dalle associazioni per agevolare, proteggere lo scambio e capire quanta strada fanno i libri.

Nonostante la pandemia da Covid-19 la cultura deve comunque continuare a viaggiare e lo farà attraverso queste biblioteche di condominio che faranno parte di quell’anti-virus sociale indispensabile per il recupero delle positive relazioni di prossimità.