La libreria indipendente che a mio parere risulta essere una fra le più eccentriche presenti in Giappone è la Morioka Shoten & Co., aperta nel maggio del 2015 a Ginza, il quartiere di Tokyo della moda e del lusso.

Questa libreria è unica nel suo genere perché vende ai clienti un solo libro alla settimana (dal martedì alla domenica), rispettando il motto della libreria «Issatsu, isshitsu», cioè «Una stanza, un libro».

Il proprietario e libraio Yoshiyuki Morioka presentò per la prima volta la sua idea nel settembre 2014 durante un workshop sui nuovi modelli di business organizzato dallo studio di design Takram. Alla base del suo peculiare modello c’è la selezione, intesa come il punto di forza della libreria, poiché, secondo lui:

«ogni libro merita di essere letto, se ci prendiamo il tempo per leggerlo».

Ecco perché ogni settimana la libreria e il libro scelto diventano una cosa sola, in tutte le loro possibilità e sfaccettature. Morioka organizza quotidianamente dei piccoli eventi, come reading, salotti di discussione e incontri con l’autore.

L’arredamento della Morioka Shoten & Co., inoltre, rispecchia il concept minimalista ideato da Morioka: una piccola stanza con pareti e soffitto bianchi, pavimento in parquet grezzo e al centro un tavolo sul quale sono distribuite le copie del libro.

Anche il logo, un rombo nero, insegue questa coerenza. Il progetto creativo alla base della libreria è stato sviluppato dallo studio di design Takram, in collaborazione con lo stesso Morioka.