Fondata nel 1997 a Montevideo, capitale dell’Uruguay, questa libreria si contraddistingue dalle altre per la sua atmosfera, che catapulta chi vi entra in una foresta o in una giungla.

Avete presente il film Jumanji, che prende il nome dal famoso gioco da tavolo che “sa trasportar chi questo mondo vuol lasciar”? Ecco, osservando le foto di questa libreria potremmo immaginare di aver appena tirato i dadi e di essere stati risucchiati dal gioco per ricomparire in una giungla, che però ha una caratteristica piuttosto insolita, è colma di libri!

Situata in via Tristán Narjava, che potrebbe essere identificata come il “viale delle librerie” per il numero di negozi presenti di questo tipo, Babilonia Libros si fa subito riconoscere grazie al pavimento acciottolato, alle sculture e maschere realizzate dall’artigiano uruguaiano Jorge Añón  per spettacoli teatrali, video o pubblicità, e alle piante che pendono dagli scaffali, le quali appaiono sempre rigogliose anche grazie al sole che penetra nell’ambiente dal lucernario posto sul tetto.

All’interno vi si possono trovare libri di ogni genere, sia vecchi (tra cui sono presenti anche le prime edizioni di alcuni classici) sia contemporanei, ma in particolare libri di letteratura uruguaiana e latinoamericana. Questa vasta offerta è data dalla politica messa in atto da Marcelo Marchese, proprietario della libreria, che tende ad acquistare e vendere libri. Marcelo, oltre ad essere il proprietario, è prima di tutto un libraio, ma anche professore di storia, scrittore ed editorialista per l’agenzia di stampa Uy.Press.

Se vi dovesse quindi capitare di passare da quelle parti, non esitate a entrare in questo mondo parallelo, Marcelo sarà pronto a soddisfare le vostre esigenze di lettura.

 

Commenti