Per quanto riguarda la promozione della lettura di libri in formato digitale, vi sono due iniziative molto simili. La prima si trova a New York, dove la metropolitana è stata trasformata in una biblioteca, la Subway Library, i cui vagoni sono stati realizzati ricreando la sala lettura della biblioteca pubblica di New York.
L’idea nasce proprio dalla New York Public Library, in collaborazione con la MTA, l’azienda dei trasporti newyorchese, e la Transit Wireless, una società che offre servizi mobile e, in questo caso, la connessione Wi-Fi.
Una volta saliti a bordo dei vagoni, i clienti possono scaricare, gratuitamente dal web centinaia di volumi durante il viaggio collegandosi alla rete Wi-Fi disponibile in tutte le stazioni della metropolitana e accedendo a SubwayLibrary.com; dopo aver effettuato l’accesso sul sito, è possibile iniziare a navigare nel catalogo online scegliendo tra la vasta selezione fornita alla New York Public Library dagli editori.

L’altra esperienza analoga si trova a Milano. Anche qui infatti si possono scaricare libri in formato Epub o mobi; l’unica differenza riguarda il genere letterario, poiché a Milano i libri disponibili per il download sono solo gialli ambientati nella città milanese. L’iniziativa si chiama “Milano da Leggere” che, finanziata dal Sistema Bibliotecario di Milano, in collaborazione con l’azienda dei trasporti pubblici ATM, ha visto la sua seconda edizione dal 17 marzo al 31 maggio 2017.

L’iniziativa funziona in questo modo: per leggere gratis un romanzo, o dei racconti gialli ambientati in città, basta scansionare con il proprio smartphone i QR code che si trovano sopra i manifesti pubblicitari volti ad illustrare il progetto; una volta scansionato il QR code si ottiene un link da cui è possibile scaricare dieci gialli diversi, tra i quali sono presenti i classici, come la raccolta di racconti Milano calibro 9 di Giorgio Scerbanenco, e romanzi di autori contemporanei, come Arrivano i NAM di Piero Colaprico. I diritti dei romanzi sono stati concessi dalle case editrici Bollati Boringhieri, Garzanti, Guanda, Marcos y Marcos, Meravigli, Mondadori, Mursia e dell’agenzia letteraria Santachiara.

 

Nel corso della prima edizione del 2016 sono stati scaricati circa quattromila ebook; anche in quel caso si trattava sempre di dieci romanzi ambientati a Milano ma erano poco conosciuti e scelti perché liberi dai diritti, quindi anche piuttosto vecchi.

I libri di entrambe le edizioni si possono scaricare gratuitamente anche sul sito del Comune di Milano dove si possono trovare, tra gli altri, una raccolta di racconti di Giovanni Verga intitolata Per le vie e A quarantacinque anni di Emilia Ferretti Viola, una delle prime donne italiane a lavorare nelle case editrici e nelle redazioni dei giornali.

Esiste poi un’altra iniziativa che coinvolge l’utilizzo dello smartphone e che, in questo caso, viene impiegato non tanto per leggere i libri quanto per ascoltarli.
Siamo a Pechino, dove i vagoni della metropolitana sono stati trasformati in vere e proprie “biblioteche” di audiolibri.
Grazie a questa iniziativa, i pendolari della linea 4 e della circolare 10 possono contare su un apprezzatissimo servizio che gli permette di ascoltare direttamente dal proprio smartphone il libro che più gli piace. Per farlo basta scaricare l’applicazione dedicata, che permette ai viaggiatori di accedere a tutti i titoli a disposizione, e scansionare il codice QR presente sulla “copertina” degli adesivi a forma di libro che ricoprono interamente porte e pareti delle carrozze del treno, trasformando i grigi vagoni di metallo in una coloratissima biblioteca virtuale.

Mettere a disposizione dei libri cartacei per i pendolari sarebbe stato decisamente più complicato; questo servizio, invece, permette di risparmiare in gestione e controlli, dando l’opportunità anche a chi non trova posto a sedere di assaporare un bel racconto.
Il servizio è incluso nel biglietto d’ingresso della metro ma la lettura non finisce una volta scesi dalle due “linee-biblioteca”: una volta che il codice è stato scannerizzato si può continuare la lettura anche fuori dal treno, mentre si cammina o si prosegue il viaggio con un altro mezzo.

L’iniziativa di Pechino vuole proporsi come un forte incentivo alla lettura e ciò è dimostrato dal concorso a premi che è stato lanciato insieme all’app. Chi ascolta audiolibri per sette giorni di fila può infatti partecipare all’estrazione di una collana d’oro a 24 carati, un oggetto insolito per premiare un lettore, ma per questo non meno allettante.

Commenti