Da quando è cominciata l’emergenza Coronavirus, sul blog abbiamo parlato più volte di come stanno reagendo le librerie (vedi La civetta azzurra oppure e la libreria Gulliver) e delle iniziative pensate per sostenerle (vedi Libri da Asporto).

Ma le biblioteche? Come stanno affrontando questo periodo di isolamento?
Navigando su Internet mi ha colpito la creatività di Co.Me.s, Cooperativa Mediateche Sarde, che ha lanciato i #contestvirali, una serie di sfide che hanno coinvolto tutte le biblioteche dei Comuni nei quali opera la Cooperativa.

L’idea è nata con l’obiettivo di mantenere i contatti con gli utenti stimolando la creatività e tenendo loro compagnia durante questi giorni così difficili.
I contest realizzati hanno coinvolto bambini, ragazzi, giovani e adulti.

Qui di seguito riporto i contest che sono stati realizzati:
#ioleggoacasa – Dal 18 al 24 marzo gli utenti erano invitati a mandare una foto divertente mentre leggevano a casa;
#labibliotecaacasa – Dal 18 al 24 marzo il contest prevedeva l’invio di un video della biblioteca casalinga e gli utenti dovevano presentare il loro libro preferito. Dedicato ai bambini fino ai 14 anni.
#iorappoacasa – Dal 25 al 31 marzo i partecipanti dovevano inviare un video del loro “coronarap” per esorcizzare l’ansia da Coronavirus;
#ioingrassoacasa – Dal 25 al 31 marzo gli utenti dovevano postare una foto con la descrizione del loro menù da quarantena;
#iofashionacasa – Dall’1 al 7 aprile gli utenti dovevano inviare una foto con i peggiori outfit casalinghi ai tempi del Coronavirus;
#iofacciocoseacasa – Dall’1 al 7 aprile i partecipanti dovevano inviare un video su come fare in casa ciò che normalmente avrebbero fatto altrove (palestra, aperitivo, cinema, teatro, scuola, lavoro, ecc.).

Ogni contest ha avuto un vincitore che ha ricevuto uno tra i tanti i premi in palio: da un e-book reader agli abbonamenti annuali (a Netflix, Spotify, Disney Channel e riviste), ma anche un buono di 100 euro per l’acquisto di libri, film e musica.

Attualmente i contest si sono conclusi, ma è comunque possibile condividere il libro che si sta leggendo inviando un messaggio privato alla pagina Facebook comprensivo di foto, nome e città. Ogni giorno verranno pubblicate le foto ricevute e i consigli di lettura dei bibliotecari della Cooperativa con l’hashtag #macomesleggi