A Vitinia, un piccolo quartiere a sud di Roma, è partita da poco un’iniziativa che ricicla i frigoriferi abbandonati in biblioteche mobili, combattendo l’inquinamento della Capitale; si tratta di FrigoBook, un progetto che nasce a seguito di un intenso dibattito sul gruppo di quartiere creato su Facebook.
I cittadini, infatti, stanchi delle misere condizioni in cui si trova la città, completamente invasa da rifiuti ingombranti, hanno pensato di trasformare uno dei tanti frigoriferi abbandonati sul ciglio della strada in uno scaffale per i libri da sistemare in un parchetto per bambini.

Il Comitato di quartiere si è dunque mobilitato per recuperare il frigorifero dalla strada privandolo delle parti non necessarie, lo ha ripulito e lo ha trasformato in un coloratissima biblioteca mobile piena di libri a disposizione di tutti i cittadini. Inizialmente, il primo Frigo Book di quartiere fu installato in via del Risaro, un’area di passaggio completamente bonificata e ora percorribile a piedi o in bicicletta. Oggi, l’originale scaffale è stato messo in bella vista nella piazza centrale, proprio di fronte alla chiesa di quartiere.

Mario Pericolini, presidente del Comitato di quartiere di Vitinia, racconta:

Vitinia è circondata dal verde, ma non ha aree verdi sue. Così abbiamo completamente sistemato uno degli ingressi che portano alla Riserva naturale statale del litorale romano. L’abbiamo ripulito, aggiunto la segnaletica, inaugurato le ciclo-passeggiate, abbiamo posizionato una panchina interamente costruita da noi cittadini e vicino alla panchina è arrivato anche il FrigoBook, un frigorifero che è stato verniciato e riempito di libri, soprattutto dedicati alla natura. È rimasto lì per diversi giorni e adesso un nuovo FrigoBook è stato posizionato in piazza, a due passi da un parchetto. Essendo l’elettrodomestico all’aperto ma dotato di sportello richiudibile, i volumi restano al sicuro dalle intemperie.

Questa non è la prima iniziativa che il Comitato di quartiere di Vitinia dedica alla promozione della lettura: FrigoBook arriva dopo la Bibliocabina e la Free library, che hanno come caratteristica in comune il fatto di essere delle biblioteche mobili e dei centri di scambio dei libri con il fine di promuovere la lettura.

Commenti