In epoca Covid-19 ci sono librerie di catena che chiudono, come la storica Mondadori di Via Marghera a Milano, e librerie che riaprono sotto una nuova veste, grazie anche alle nuove esigenze dettate dalla pandemia.

La libreria Feltrinelli di Piazza Piemonte a Milano fu inaugurata nel 2002 ed è sempre stata un punto di ritrovo e di aggregazione per gli abitanti del quartiere, e non solo. Oggi, però, la ritroviamo in una versione “ibrida”, nel rispetto di una nuova filosofia che integra carta e digitale.

Le novità digitali consistono in un’applicazione che permette al cliente di prenotare o gestire un incontro in libreria, o tramite Facebook o Whatsapp, con un libraio, e la presenza di totem interattivi con i quali è possibile verificare la disponibilità dei titoli in negozio e accedere a innumerevoli contenuti extra che riguardano il mondo Feltrinelli.

La percezione che si ha una volta entrati è quella di un luogo stimolante e dinamico, ricco di diverse ambientazioni: un’area “esotica” di circa 40 metri quadri sulla destra, che si staglia in vetrina e che ospita creazioni floreali; il Red Caffè sulla sinistra, sempre in vetrina, che accoglie i visitatori all’ingresso.
Protagonista indiscusso rimane però il libro, con la presenza nell’atrio di un grande “albero della cultura” interamente in legno che si dirama nelle molteplici novità editoriali.

La struttura architettonica si sviluppa su tre piani, con la presenza al centro di un grande lucernario che consente di illuminare la libreria di una luce naturale, contribuendo a nutrire le 40 piante che animano l’ambiente.
Al primo piano si trova l’area Musica & Home Video e l’area bambini (Kidz), mentre al secondo piano è presente uno spazio interamente dedicato al fumetto, ai giochi da tavolo e ai videogiochi, ideato con Lucca Comics & Games, che per la prima volta accoglie 12 postazioni multimediali per gli appassionati di videogame.

A completare il tutto c’è poi l’arena al piano terra, area polifunzionale con gradinate libere progettata per ospitare, quando si potrà, eventi, showcase e presentazioni letterarie, e la nuova sezione Libraccio che integra nell’offerta culturale di Feltrinelli anche il mondo dell’usato, con circa 4 mila referenze tra cui titoli fuori catalogo, introvabili, copie autografate e pezzi da collezione.

Insomma, un luogo con un’ampia offerta dove è possibile trovare ciò di cui si ha bisogno, ma soprattutto un luogo accogliente dove potersi arricchire culturalmente.