Un progetto che nasce direttamente dalla catena di librerie Feltrinelli è “Cento librai per cento libri” pensato per l’estate 2016 e riproposto anche l’anno successivo in seguito al successo della prima edizione.
L’iniziativa non è altro che un’evoluzione di “Scelti per voi…”, un’idea partita dai librai Feltrinelli circa 13 anni fa, i quali stilavano brevi recensioni di libri che poi consigliavano in una precisa area del punto vendita.

Da “Scelto per voi…” si è giunti dunque a “Cento librai per cento libri”; l’iniziativa che prevede una lista di 100 libri per l’estate, da leggere e rileggere durante le vacanze, stilata dai librai delle librerie Feltrinelli.
La lista si compone delle storie più belle, dei romanzi più coinvolgenti e dei libri imperdibili scelti con cura “da chi, i libri, li vive e li consiglia tutti i giorni” e suggeriti ai lettori attraverso una guida speciale sulle cui pagine compaiono molti longseller, tanti classici, novità ed edizioni in lingua per chi non sa aspettare le uscite italiane.

Anche in questo caso ogni titolo è recensito in poche righe da un libraio scelto per ciascuna libreria. In questo modo si tende a dare maggiore importanza alla figura del libraio, visto come un dispensatore di consigli piuttosto che un semplice adetto alla vendita.

Qui di seguito ho deciso di riportare alcuni consigli dei librai tratti dalla guida dei “100 libri per l’estate” (2016):

  • Alessio di Milano propone Alla grande di Cristiano Cavina (marcos y marcos):

Bla è un undicenne sveglio e vivace, ma anche sfacciato e perennemente impegnato a compiere gesta – per lui – leggendarie. Osserva la realtà e la trasfigura continuamente in un mondo pieno di supereroi, avventure, sogni ad occhi aperti e invenzioni di ogni genere.

  • Il Profumo di Suskind (Tea), viene consigliato da Marianna della libreria Feltrinelli di Siena:

Nella Francia nel XVIII secolo si svolge la storia di Jean Baptiste, invisibile agli altri ma attento osservatore della natura umana di cui cercò di cogliere l’essenza più pura.

  • La scelta di Salvatore, libraio di Bologna, è La tentazione di essere felici di Lorenzo Marone (Longanesi) di cui scrive:

Un errore nel meccanismo di scambio e la vita lascia il binario morto cui pareva destinata, ritrovando all’improvviso senso: negli affetti dimenticati, nei nuovi incontri, nella forza creduta persa… per quanto si voglia non si può resistere alla tentazione di essere felici.

Commenti