A seguito di un contributo disposto dal Decreto ministeriale n.267 del 4 giugno 2020 che ha destinato una parte del “Fondo emergenze imprese e istituzioni culturali” per supportare, a seguito dell’emergenza sanitaria, la lettura e le librerie, le biblioteche beneficiarie possono arricchire i propri cataloghi acquistando il 70% dei nuovi volumi in almeno 3 librerie presenti sul proprio territorio. La Biblioteca civica “Roggia” di Busto Arsizio ne è un esempio.

Questa biblioteca, infatti, grazie a un assegno da 10.000 euro da parte del Ministero dei Beni Culturali, può acquistare libri “a chilometro zero” direttamente negli esercizi commerciali della città e del territorio. In questo modo si viene a consolidare l’alleanza tra librerie e biblioteche, entrambe colpite dalla profonda crisi sanitaria ed economica in corso.

La direttrice della Biblioteca civica, Claudia Giussani, fa notare:

L’alleanza tra librerie e biblioteca rafforza le azioni a sostegno della lettura sul territorio cittadino nel migliore dei modi, dal momento che le librerie a Busto rispondono a tutte le tipologie di richiesta, narrativa e saggistica, sia per adulti che per bambini.

Il contributo sarà utile anche a rinforzare ulteriormente l’importante rete delle librerie cittadine che sono protagoniste di significative e coinvolgenti attività culturali e di promozione della lettura, come dimostrato anche dalla rassegna letteraria estiva organizzata dall’amministrazione comunale in collaborazione con varie realtà del territorio.